Deviation Actions

martin-mystere's avatar

GAL 33 - Cio' che non e' morto 4 - p03

GET A LIFE!
EPISODIO 30: CIO' CHE NON E' MORTO (4)


PRECEDENTE < PAGINA 3 > SUCCESSIVA

Arte di Filip Cerovecki :iconclone-artist:

Storia & lettering di Franco Villa :iconm3gr1ml0ck:

Supervisione Cristian Di Biase & Luca Salvadei


NOTE

L'enigmatica e contorta frase di Kut Humi allude alle sue precedenti esistenze, come rivelato in "Il presagio" (Martin Mystere nn. 66-67).

Finora Kut Humi e Mabus non si sono mai incontrati, nella serie regolare, nè sembrano conoscersi.
Ma sono entrambi calvi! Come possono non avere un passato in comune?
E perchè Kut Humi ha chiamato Mabus "fratello"?

Nelle vignette 2 e 3, l'orrendo scarabocchio chiamato "sigillo" che appariva in Martin Mystére n. 323, "I trentasei giusti" (2012) è stato rielaborato in qualcosa di più affine alla bella arte della copertina di quell'albo.

La storia della giovane Diana insidiata da Mabus è stata stra-citata in queste note, per cui ci limitiamo ad annotare che Diana ha avuto a che fare con Yog-Sothoth in "Il ritorno di Jack" (Martin Mystere n. 168) mentre la faccenda delle Dee dell'Olimpo che la scelgono come loro campionessa è una trama mai sviluppata.

Nella vignetta finale, una incarnazione di Yog-Sothoth, scelta da Filip, e la dea olimpica Athena (in un altro riferimento a Saint Seiya).

Dalle note di Filip:

Il simbolo del Sigillo si ispira ora apertamente alla copertina dell'albo ufficiale, con l'aggiunta al centro del simbolo alchemico della Terra.

Yog-Sothoth appare qui nella forma di Tawil at Umr, custode della Chiave d'Argento.
Image details
Image size
960x1358px 867.78 KB
Published:
© 2014 - 2021 martin-mystere
Comments0
Join the community to add your comment. Already a deviant? Log In