Shop Forum More Submit  Join Login
Brothers at war by Kooskia Brothers at war by Kooskia
(c)Kooskia

Mio nonno e i suoi fratelli, una generazione in guerra, una generazione tradita.
My grandpa and his brothers,

Guido, mio nonno, in piedi a sinistra.
Era farmacista militare e rimase sempre a Milano per tutta la durata della guerra lavorando in un ospedale e soccorrendo i civili durante i bombardamenti inglesi. All'arrivo degli americani prese la famiglia e insieme a molti altri compaesani andò loro incontro.
Piccolo dettaglio: fin da giovane aveva idee ecologiste (secondo mio padre e i suoi zii, cosa non comunissima all'epoca).


Mario, in piedi al centro.
L'unico vero fascista della famiglia, fu il primo ad iscriversi al Partito Nazionale Fascista e a farlo per scelta volontaria.
Fin da giovane pare fosse noto per fabbricare piccoli esplosivi rudimentali e farli esplodere nel letto dei torrenti per gioco. Di stanza a Pantelleria era del genio e collaborò alla costruzione delle difese dell'isola. L'isola si arrese senza sparare un colpo.
Preso prigioniero giunsero alla famiglia notizie di terribili viaggi verso lontani campi di prigionia in Sudafrica o forse in India. Era finito invece nella più vicina Algeria, trasferito poi in Francia quando gli Americani avevano liberato Parigi, dove aderì al governo Monarchico e una volta liberato mise le sue capacità al servizio degli Alleati nelle forze-cobelligeranti, collaborando alla costruzione di strutture militari. Dopo la guerra rimase quello con le  idee più conservatrici.


Tullio, sullo sfondo a destra,
Era in Marina, e stanziato in Jugoslavia ebbe il comando costiero di una coppia di grossi rimorchiatori armati (mai capito quali) utilizzati come pattugliatori. La sua guarnigione non ebbe quasi mai scontri con i partigiani Jugoslavi, solo in un'occasione un gruppo di 31 Bersaglieri nella zona venne annientato e lui e i suoi andarono a verificare.
Ci furono due diverse sparatorie a distanza di giorni ma in entrambi si risolse con l'ordine ai suoi soldati di sparare in aria e disperdere i partigiani senza scontro.
All'8 settembre giorno dell'Armistizio, con le sue imbarcazioni
attraversò l'Adriatico, ricongiuntosi con il fratello Aldo in circostanze poco chiare lo seguì.

Carlo. seduto a sinistra
Per tutta la durata della guerra, rimase nel nord italia, addetto al controllo di uno snodo del condotto dell'acqua collegato a dei canali, bersaglio dei bombardamenti.
Riuscì ad evitare (con una serie di amicizie) il trasferimento in Albania e in Russia.


Aldo. seduto a destra
Era nell'Aviazione, e si ritrovò tra le sabbie del deserto del Nord-Africa come servizio a terra in prima linea.
E' stato sicuramente presso la zona dell'oasi di Fuka, ed in seguito ha certamente preso parte alla Battaglia di El-Alamein, riuscendo a non farsi catturare dagli inglesi. Dopo una lunghissima traversata a piedi (mentre i tedeschi scappavano sui camion) riuscì ad imbarcarsi per l'Italia via nave e si ricongiunse a  Tullio, il fratello marinaio al nord.
Insieme tentarono di raggiungere il sud a piedi, dove si trovava il Regno co-belligerante con gli Alleati.
Durante il tragitto, si improvvisarono medici (credo che entrambi l'avessero studiata) di paesino in paesino in cambio di vitto e alloggio.
Pare ci sia stato qualche contatto con dei partigiani.
In una occasione si imbatterono in un gruppo di tedeschi che faceva rastrellamenti su di un treno: evitarono di essere deportati perchè pare che un'ufficiale tedesco stesse male e non c'era un altro medico sul posto, secondo altre fonti si trattava invece di una donna del paese che stava partorendo.
Giunsero al sud quando ormai la guerra era praticamente finita e continuarono a lavorare come medici in un paese del sud (Lesina) dove c'è una via commemorativa ad Aldo




PLEASE IF YOU FAVE IT, COMMENT IT ; )
Add a Comment:
 
:iconandreasilva60:
AndreaSilva60 Featured By Owner Mar 27, 2015
Mio zio fu prima camicia nera, poi repubblichino, suo fratello partigiano della 7a GAP a Bologna, finì a Mauthausen ma tornò vivo a casa, mio padre era troppo giovane, era sfollato in collina, portava le mucche al pascolo e mangiava polenta a colazione, pranzo e cena, dopo la guerra finì un anno e mezzo in sanatorio.
Reply
:iconyamalama1986:
YamaLama1986 Featured By Owner Edited Mar 26, 2015   Digital Artist
Amazing photograph, thank you for sharing this on DeviantArt. :)

I am the founder of a group on Italian history called Storia-Italiana, I have sent you a request asking your permission for the group to host this image.

P.S. My paternal grandfather was an Italian from Mompantero in the Susa region who moved to Canada in 1924. He married a non-Italian Canadian woman in the 1930s and became and official Canadian citizen in 1938. He watched World War II unfold from a very uncomfortable position as an Italian Canadian with Canada being at war with Italy.
Reply
:iconkooskia:
Kooskia Featured By Owner Mar 27, 2015
Thank you! Non problem and allowed.
This photo was found and saved by my older uncle.

The stories are sadly largely uncompleted, and it's basically an huge "mix" of multiple accounts (some contradictory) from few family reunions.
Reply
:iconblocnotes:
blocnotes Featured By Owner Jul 6, 2014  Hobbyist
322 SS
Reply
:iconkooskia:
Kooskia Featured By Owner Jul 6, 2014
Uh? what do you mean?
Reply
:iconblocnotes:
blocnotes Featured By Owner Jul 8, 2014  Hobbyist
well ! same sitting position like the SS units or the 322 units use to do and that's not shocking...
Reply
:iconkooskia:
Kooskia Featured By Owner Jul 9, 2014
Oh understood hehe  ^^
I've tried to translate part of their history in the commentary, my grandpa was the one at the top left, and the only one that was actually a fascist was the one on top-middle (but after 8 September while in prisony, switched sides and accepted to work for the monarchist Allied government of the South).
Reply
:iconcubankomrade:
CubanKomrade Featured By Owner Sep 2, 2009
That man in white he is familiar like my grandpa o_O
Reply
:iconkooskia:
Kooskia Featured By Owner Sep 10, 2009
i've write a pair of english lines now..
Reply
:iconkooskia:
Kooskia Featured By Owner Sep 2, 2009
when i have a of little time i will traslate in english..

he's one of my grandpa's brothers, they are during WWII and this one has the white because of he was in Navy
Reply
Add a Comment:
 
×



Details

Submitted on
August 31, 2009
Image Size
769 KB
Resolution
1397×2110
Link
Thumb

Stats

Views
1,182
Favourites
4 (who?)
Comments
10
Downloads
19
×